Alessandro Bemporad

Fondatore di Artebinaria – software engineer – music producer

Alessandro Bemporad ha sempre avuto due grandi passioni: la musica e la tecnologia.

Cresce negli anni ’70, ascoltando Elton John, David Bowie, Deep Purple, Led Zeppelin, Genesis, Yes, EL&P, e tutti i grandi della musica rock e pop di quell’epoca lontana. Studia chitarra e pianoforte, sognando di diventare un giorno come uno dei suoi eroi. Negli anni Ottanta vive da protagonista le notti dark e gothic della sua città, Firenze. Milita in due band synth-pop: i Leftoright e i Boxedge.

Fin da bambino si innamora anche della tecnologia, che in quegli anni lontani era un misto di magia e di fantascienza. Impara a sviluppare software sui primi microcomputer (ZX Spectrum), e passa le notti immerso nei videogame e nei libri di Isaac Asimov.

La vita però lo porta per molti anni molto lontano dalla musica, immergendolo completamente nella tecnologia. Lavora come software developer, poi come software architect, IT consultant ed infine come manager in grandi aziende di Information Technology.

Prende anche una laurea in Filosofia Teoretica, sperando (inutilmente) che potesse servirgli a capire il senso della vita.

Nel 2014 sente di nuovo il richiamo della musica, che in fondo non lo aveva mai veramente abbandonato. Decide allora di tornare a scrivere testi e musica pop, realizzare cover di canzoni che ha amato in passato e di comporre musica elettronica. Inizia la sua produzione professionale con lo pseudonimo di Boxedge, in onore della band che aveva fondato e in cui aveva militato tanti anni prima.

Negli ultimi anni, inizia a collaborare con la visual designer Maddalena Grazzini, nella ricerca di soluzioni artistiche che uniscono arte e tecnologia, proseguendo la sua attività di software engineer, e di trainer sulla piattaforma di e-learning Udemy.

Nel 2019 fonda finalmente Artebinaria, una software house ed una etichetta discografica dove si intrecciano arte, musica e tecnologia.

Maddalena Grazzini

Art Director di Artebinaria.

L’arte è sempre stata la sua più grande passione.

Si è laureata con il massimo dei voti in Storia dell’Arte.

Ha lavorato per circa quattro anni presso una azienda di Information Technology di Firenze nel campo delle applicazioni multimediali.

In seguito, per alcuni anni, ha svolto l’attività di Visual Designer, di Digital Marketer e di Critico d’Arte.

Ha al suo attivo un certo numero di pubblicazioni nel settore Arte, la pubblicazione di un video-corso online sulla piattaforma Udemy, e dal 2018 la direzione della rivista digitale Artinside Magazine.

Per alcuni anni ha collaborato con Alessandro Bemporad nella creazione di installazioni di Arte Contemporanea basate sulla Musica Elettronica ed il Projection-Mapping, e nella produzione di una serie di video-clip musicali.

Dal 2018 è membro del Comitato di Selezione degli artisti della Florence Biennale.

Dal 2019 è l’Art Director di Artebinaria, ed è la curatrice di Artinside Gallery, la prima galleria d’arte in realtà aumentata.